Comunicazione associativa

IndietroHomeAnteprima di stampa

Evento - 23/06/2017 inserita da UNINDUSTRIA

Caffeina 2017

Torna, con il patrocinio di Unindustria, il Festival culturale che anima Viterbo con oltre 400 eventi e una serie di ospiti illustri: appuntamento dal 23 giugno al 2 luglio

Torna Caffeina e per la sua XI edizione si fa ancora più spettacolare. Resta l’impronta iniziale, quella di illuminare, vivere, divertire Viterbo e il suo quartiere medievale con una cascata di eventi. Ma se possibile, ancora di più. Tornano le piazze e le vie invase di persone, torna la musica, tornano il teatro e l’arte. La cultura che pervade ogni angolo del centro storico. Oltre 400 eventi, tanti ospiti, una vera e propria “festa di popolo”.
 
Piazza San Lorenzo diventata negli ultimi anni il centro nevralgico si farà palcoscenico di incontri con scrittori, giornalisti, ma anche con musicisti che si racconteranno e suoneranno. Si farà arena da circo, piazza per ballerini e coreografi, luogo dove far sfilare ogni arte performativa. 


 

Caffeina si fa più grande, più popolare, più incisiva, più eclettica. Aumentano le location, oltre ai luoghi canonici, in cui assistere agli eventi, ce ne saranno di altri: ci si imbatterà nella cultura quasi senza accorgersene. Rassegne di cinema d’essay, teatro dei burattini per i più piccoli, concerti jazz e gipsy, artisti di strada. Caffeina esce, dunque, dai luoghi storici. “Resteranno le location tradizionali, ma cambierà il senso delle piazze e della loro fruibilità trasformandosi in palcoscenici” dicono gli organizzatori. Sotto il cielo delle serate estive si andrà a “caccia di stelle danzanti”, tema guida di questa edizione, perché l’idea visionaria di Caffeina è che bisogna sempre guardare oltre, a caccia di stimoli culturali, nuovi, lontani, sconosciuti. E farsi travolgere, come in una lunga estate in piazza.

I principali ospiti di questa edizione di Caffeina
Lirio Abbate, Luca Barbareschi, Francesca Barra, Stefano Bartezzaghi, Matteo B Bianchi, Paola Calvetti, Guido Catalano, Aldo Cazzullo, Alessandro Centolanza Band, Geppi Cucciari, Giuseppe Culicchia, Michele Dalai, Diego De Silva, Antonio Dikele DiStefano, Elio, Oscar Farinetti, Marcello Fois, Chiara Francini, Alberto Garlini, Antonella Lattanzi, Loredana Lipperini, Neri Marcorè, Michela Marzano, Gianluigi Nuzzi, Flavia Perina, Roberto Perrone, Nicola Piovani, Veronica Pivetti, Riccardo Rossi, Enrico Ruggeri, Claudio Sanfilippo, Fiamma Satta, Roberto Saviano, Raffaella Silvestri, Caterina Soffici, Street Clerks, Sufiu Tannoura Dance (Al Darawish), Giorgio Terruzzi, Cleo Toms, Woody Gipsy Band, Federico Zampaglione...e molti altri.

Roberto Saviano, Elio e Nicola Piovani
Apre questa edizione di Caffeina Roberto Saviano che venerdì 23 giugno presenterà “La paranza dei bambini” (Feltrinelli) attraverso un one man show fatto di parole e immagini. 
Elio, per la prima volta in Italia in scena con Madamina, il catalogo e’ questo… L’opera buffa da Mozart a Offenbach sarà protagonista della serata di sabato 24 giugno in Piazza San Lorenzo. Spettacolo brillante e vivace, carrellata nel repertorio più conosciuto dell’opera buffa per soprano e baritono, vedrà Elio, nella doppia veste di narratore e baritono, dare vita a letture musicate dando voce a differenti personaggi.
Nicola Piovani, protagonista della serata conclusiva del Festival domenica 2 luglio, con La musica è pericolosa, porterà in scena un viaggio musicale in cui racconterà al pubblico i percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di personaggi quali De André, Fellini, Magni e registi internazionali, per teatro, cinema, televisione, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione e suonati da diversi strumenti. 

Dervisci, circo e cavalli
Domenica 25 giugno alle 21.30 Piazza San Lorenzo verrà invasa dai costumi variegati e coloratissimi dei Dervisci Rotanti egiziani. La danza dei dervisci rotanti chiamati anche “semazen” è dichiarato dall’UNESCO Patrimonio del’umanità, un misto di arte e forte spiritualità. La parola “derviscio” ha acquistato il significato di “colui che cerca il passaggio”, ossia la soglia, l’entrata che porta da questo mondo materiale ad un differente mondo spirituale. A Viterbo arriverà il gruppo più importante del Ministero della Cultura egiziano. 
Giovedì 29 giugno alle 21.30 acrobati, giocolieri, clown, trampolieri, mangiafuoco e… tante altre sorprese! Piazza San Lorenzo si trasforma per una sera in un vero e proprio circo, mentre venerdì 30 giugno sempre alle 21.30 i protagonisti saranno i cavalli. Bartolo Messina è attualmente l’artista internazionale più apprezzato e corteggiato dalle maggiori organizzazioni di spettacoli e teatro equestre europei, reso celebre dal numero dei cavalli in libertà con otto cavalli e il minihorse Ciarlie, il detentore del GuinnessWorld record quale cavallo più piccolo al Mondo. 
 

Per il programma completo vi invitiamo a visitare il sito ufficiale della manifestazione
Ingresso giornaliero: 4 euro