Incentivi alle imprese

IndietroHomeAnteprima di stampa

News - 12/09/2017 inserita da RICCI DANIELE

Al via la la Call per l'Area di Crisi Industriale Complessa del SLL di Frosinone

Manifestazione di interesse ad investire da presentare entro il 12 ottobre 2017

Vi informiamo che Invitalia da oggi lancia una Call per invitare le aziende ad investire nell’Area di Crisi Industriale Complessa del sistema locale del lavoro di Frosinone.

L’obiettivo è quello di rilevare i fabbisogni di investimento delle imprese e definire la gamma degli strumenti agevolativi da attivare, successivamente, con un bando che, presumibilmente, sarà pubblicato all’inizio del 2018.

E’ fondamentale, pertanto, che giungano ad Invitalia il maggior numero di manifestazione di interesse.

Va precisato che le agevolazioni finanziarie del bando potranno coprire fino al 75% dell'investimento ammissibile con contributo a fondo perduto in conto impianti, alla spesa e con contributo di finanziamento agevolato.

Le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 12 del 12 ottobre 2017, per compilare la scheda disponibile sul sito di Invitalia al seguente link


E’ data la possibilità di delegare le Associazioni di categoria, come Unindustria alla compilazione della scheda. In tal caso siamo a Vostra completa disposizione e Vi preghiamo di voler inviare la scheda, debitamente compilata, al seguente indirizzo mail
daniele.ricci@un-industria.it


Le manifestazioni di interesse dovranno riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nel Comuni dell’area di crisi (in allegato l’elenco), con positive ricadute occupazionali.

Va sottolineato che la Call ha funzioni meramente conoscitive e non dà luogo a titoli di preferenza o diritti.


Le azioni dovranno riguardare le seguenti attività:

- Riqualificare le produzioni esistenti;

- reindustrializzare dei siti produttivi dismessi;

- sostenere il riposizionamento competitivo delle filiere interessate dalla crisi;

- promuovere, in via prioritaria, gli investimenti nei settori della chimica farmaceutica, automotive, meccatronica, economia circolare, turismo e aerospazio;

- salvaguardare i livelli occupazionali.


A tal fine sarà attivata strumentazione agevolativa nazionale e regionale orientata a promuovere:

- programmi di investimento per la produzione di beni e servizi (creazione di impresa, creazione di nuova unità da parte di impresa esistente, ampliamento/diversificazione di unità esistente);

- programmi di investimento per la tutela ambientale;

- progetti di innovazione dei processi e della organizzazione;

- progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.


Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell'investimento ammissibile con contributo a fondo perduto in conto impianti, alla spesa e con contributo di finanziamento agevolato.