Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Che impresa sei?
La mia Unindustria
English
 
  Login  |     Contatti  |     Bacheca
Unindustria
         
 
Eventi interni Eventi esterni Corsi Scadenze
 
  TUTTO    
  NOTIZIE    
  EVENTI    
  STAMPA    

News - 31/07/2020

Il vaccino anti-Covid sarà ‘infialato’ dalla Catalent di Anagni

Unindustria celebra nella rubrica 'Enterprise's celebration day' il traguardo storico della associata,leader mondiale nella produzione e sviluppo di farmaci conto terzi, e scelta per produrre milioni di flaconi di vaccino

Da Oxford fino ad Anagni arriva l’incredibile viaggio del candidato vaccino per il Covid-19, messo a punto ad Oxford, con la collaborazione di un’azienda italiana, la Irbm di Pomezia, che sarà dal prossimo ottobre confezionato presso la Catalent nello suo stabilimento ad Anagni, dove si scriverà un pezzo di storia.

La Catalent, leader mondiale nella produzione e sviluppo conto terzi di farmaci, si occuperà infatti dell'infialamento del vaccino per il Covid-19 prodotto dal gigante farmaceutico AstraZeneca.

La straordinaria capacità produttiva della Catalent, sintesi straordinaria di puntualità manifatturiera e velocità nel riempimento delle fiale, enorme valore aggiunto nella farmaceutica - è già molto conosciuta negli Stati Uniti per i suoi consolidati rapporti commerciali con le più importanti multinazionali del settore a livello mondiale.

I numeri sono impressionanti, si parla di una produzione già da ottobre di 5 milioni di vials (flaconi) al mese, che corrispondo a 50 milioni di dosi, grazie anche al supporto determinante della Soffieria Bertolini, importante fornitore storico della stessa Catalent, che ha garantito la produzione nei suoi stabilimenti di milioni di flaconi in vetro indispensabili per la massiccia produzione annunciata già dagli organi di stampa.

Aziende di eccellenza quindi tutte italiane saranno protagoniste nella delicata fase finale del confezionamento del vaccino anti-Covid.

La direttrice dello Stabilimento della Catalent Barbara Sambuco ha spiegato che AstraZeneca invierà alla Catalent i contenitori di prodotto biologico, saranno poi mescolati all'interno dello stabilimento di Anagni gli eccipienti per consentire un corretto metabolismo del prodotto. Quindi, attraverso i reparti sterili e Personale altamente specializzato si provvederà ad infialarlo.

Le dosi prodotte, che saranno appunto 10 per ogni flacone – spiega ancora la Direttrice Barbara Sambuco – lasceranno lo stabilimento di Anagni per essere poi distribuite in tutte le strutture sanitarie del Paese.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza il 6 luglio scorso ha visitato lo stabilimento di Anagni, sotto alcune immagini

 

 

 

 

 

Catalent Anagni Srl

Lo stabilimento di Anagni di Catalent è un sito di lancio di prodotti di livello mondiale, in fase avanzata e commerciale che offre produzione sterile e biologica e imballaggi secondari con una vasta esperienza nel riempimento di fiale per liquidi asettici e prodotti in polvere. Il sito ha una comprovata esperienza nei trasferimenti tecnici e un solido record di qualità per i lanci di prodotti commerciali.

La struttura offre anche soluzioni complete per l'imballaggio commerciale per la dose solida orale, incluso l'imballaggio primario e secondario e la serializzazione.

Unindustria
Sede Legale
Via Andrea Noale, 206
00155 Roma, Italia
Cod. Fis. 80076770587
T +39 06 844991
F +39 06 8542577
E info@un-industria.it