Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Che impresa sei?
La mia Unindustria
English
 
  Login  |     Contatti  |     Bacheca
Unindustria
         
 
Eventi interni Eventi esterni Corsi Scadenze
Management d'Impresa
Management d'Impresa
 
  TUTTO    
  NOTIZIE    
  EVENTI    
  STAMPA    

News - 20/01/2020

Ambiente – Legge di stabilità regionale 2020

Accolte richieste di Unindustria sul tema delle autorizzazioni ambientali – Regione punto unico di contatto per gli investimenti

Come anticipato in una precedente news, è stata approvata la Legge di stabilità regionale 2020 (L.R. n. 28 del 27 dicembre 2019, pubblicata sul BURL n. 105 del 31 dicembre 2019). Nel testo della norma, la Regione ha fatto proprie alcune proposte avanzate da Unindustria in tema di semplificazione amministrativa, elaborate anche grazie allo studio realizzato in collaborazione con la Luiss “Le buone pratiche nelle normative e nella gestione amministrativa in materia ambientale”.

La Regione, infatti, per i prossimi 2 anni, svolgerà la funzione di punto di contatto unico per gli investimenti finalizzati all’insediamento di nuovi impianti o stabilimenti produttivi o al superamento di crisi aziendali, promuovendo la stipula di accordi di insediamento e sviluppo delle imprese tra l’amministrazione regionale, i soggetti proponenti e gli enti locali sul cui territorio l’insediamento insiste (Articolo 4, comma 2).

I progetti di insediamento produttivo di importo pari o superiore a 5 milioni di euro definiti nei citati accordi saranno valutati in sede di conferenza di servizi indetta dalla Regione (Articolo 4, comma 5).

La determinazione motivata di conclusione della conferenza sostituirà, ad ogni effetto, tutti i pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso per la realizzazione e l’esercizio del progetto (Articolo 4, comma 6) e sostituirà anche ogni autorizzazione ambientale di competenza regionale o subregionale, fermo restando quanto stabilito dal decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. in materia di provvedimento autorizzatorio unico regionale nonché di valutazioni e autorizzazioni ambientali ricomprese nella competenza statale (Articolo 4, comma 7).

Inoltre, al fine di coniugare il processo di bonifica con i programmi di sviluppo e riconversione industriale, anche dei siti industriali dismessi, su richiesta del proponente è possibile ricorrere alla conferenza di servizi regionale prevista ai commi 4 e 5 per tutti gli interventi di investimento di qualsiasi dimensione economica ricadenti nel perimetro territoriale del sito di interesse nazionale della Valle del Sacco (Articolo 4, comma 11).

Infine, in conformità a quanto stabilito dall’articolo 14 bis, comma 4, della l. 241/1990 e s.m.i., viene introdotto l’istituto del silenzio-assenso in caso di mancato rilascio del parere, entro i termini previsti dalla legge, da parte dell’ASL e dell’ARPA nell’ambito delle conferenze di servizi preliminari e decisorie (Articolo 4, comma 9).

Rispetto al quadro normativo previgente, si avrà una significativa semplificazione dell’iter amministrativo necessario per l’approvazione dei progetti di investimento. Non sarà più necessario, infatti, interloquire separatamente con i vari Enti a diverso titolo competenti, ma la Regione svolgerà il ruolo di punto unico di contatto coordinando, tramite conferenza di servizi, le varie amministrazioni coinvolte e rilasciando un’unica autorizzazione che sostituirà, ad ogni effetto, tutti i pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso per la realizzazione e l’esercizio del progetto.

In allegato il testo completo della Legge.


Professional Unindustria
×

Federica Celardi




Telefono: 0684499714
Mail: federica.celardi@un-industria.it


×

Federico Di Palma




Telefono: 0684499742
Mail: federico.dipalma@un-industria.it


Unindustria
Sede Legale
Via Andrea Noale, 206
00155 Roma, Italia
Cod. Fis. 80076770587
T +39 06 844991
F +39 06 8542577
E info@un-industria.it