Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
 
  TUTTO    
  NOTIZIE    
  EVENTI    
  STAMPA    

Comunicato Stampa - 25/11/2014

La pratica sportiva in Italia, un trend inaspettatamente positivo

La ricerca “Gli italiani, lo sport e i valori sociali” sarà presentata domani Mercoledì 26 novembre alle ore 10 presso la sala d’Onore del Coni a Roma

La pratica sportiva in Italia, in fondo al tunnel c’è un’ottimistica luce. È questa una delle riflessioni emerse dalla ricerca “Gli italiani, lo sport e i valori sociali”, che sarà presentata Mercoledì 26 novembre, ore 10, presso la sala d’Onore del Coni a Roma. Lo studio indaga il fenomeno della pratica sportiva nel Bel Paese ed approfondisce il ruolo dello sport come fattore di sviluppo sociale e civile.

La ricerca tra i numerosi dati mostra un trend inaspettatamente positivo: ben l’80% degli italiani è entrato in contatto con uno sport di qualunque tipo (ovvero che ancora pratica lo sport o lo ha praticato in passato) e il 38% del totale pratica lo sport con continuità. Se da un lato i dati sono positivi, dall’altro confermano anche l’allarme evidenziato da altri autorevoli studi che vedono l’Italia tra le Nazioni più pigre al mondo con circa 24 milioni di sedentari.

Oltre alla pratica sportiva, l’indagine è rivolta anche all’aspetto valoriale dello sport, al suo riconosciuto ruolo formativo, sociale e culturale, al rapporto con il tessuto produttivo e con la responsabilità sociale delle imprese. Lo sport è poi visto come occasione e contesto ideale per testare e superare i limiti individuali, dove i progressi tecnologici o farmacologici illeciti sono condannati con fermezza perché alterano la scala meritocratica.

Studio Ghiretti, società di consulenza in marketing e comunicazione sportiva, ed Errepi Comunicazione, agenzia specializzata nel settore della comunicazione del sociale, della cultura e della scienza, hanno promosso l’indagine in collaborazione con l’istituto di ricerca Ixè e Unindustria Lazio. La ricerca è patrocinata da CONI, CIP, CSI, Regione Lazio, Assessorato qualità della vita, sport e benessere di Roma Capitale e Gruppo Sportivo Fiamme Gialle.